Star Wars episodio VII: la riesumazione dello jedi (e la perdizione dei vecchi fan)

Pubblicato il 5 Maggio 2014 da in arte digitale, filmini e filmoni, nerd culture, sociologia nerd.

May the 4th be with you: non potevo, non dovevo e non volevo permettere che questa giornata si concludesse senza un doveroso attimo di raccoglimento/riflessione/analisi antropologica sull’imminente uscita del settimo episodio di Star Wars (ma siccome scrivere di Star Wars il 4 maggio è terribilmente mainstream, per un attacco di pigrizia disguido tecnico questo post sarà pubblicato il 5).

Continua a leggere »

Di rule 63, Batman e Disney addiction: intervista a Maby-chan

Pubblicato il 17 Aprile 2014 da in arte digitale, contenuti powah, socialinterviste, web vips, webcomic.

Lo ammetto, ci sto prendendo gusto.
Dopo aver stalkato un’artista delle parole per strapparle la sua prima intervista, sono saltata a piè pari fino alla nona arte, che è una delle mie fisse incurabili da adolescenza recidiva. Amo alla follia il fumetto digitale, di qualsiasi genere esso sia, e ancor di più amo gli autori che vendono l’anima a Satana per riuscire a pubblicare un disegno/vignetta al giorno sui loro profili social.

Continua a leggere »

World Wide Vintage: il web design agli albori di internet

Pubblicato il 26 Marzo 2014 da in #illavoroèunacosaseria, old but gold, web design.

Giaceva da circa un anno sulla mia scrivania, nell’area “cose da leggere”, e più precisamente all’altezza della zona inesplorata “cose che probabilmente leggerò in un’altra vita”. Non so come abbia bruciato così rapidamente le tappe da essere promosso a lettura mattutina sul treno, sta di fatto che quel manuale di HTML stampato qualche era fa è finito tra le mie grinfie.

Continua a leggere »

Un treno da 27.000 passeggeri: intervista a Eleonora Tisi

Pubblicato il 11 Marzo 2014 da in contenuti powah, eleonora tisi, social media, socialinterviste, web vips.

Ogni blog che si rispetti ha una rubrica. Se poi la rubrica ospita un’intervista, e l’intervista è con uno scrittore di tutto rispetto, e lo scrittore la concede in esclusiva al blogger, allora la rubrica parte decisamente col piede giusto. Ma forse questo è solo il mio spirito d’emulazione nei confronti delle riviste. C’è chi stalka gli artisti, chi stana band emergenti, chi si butta sulle celebrità. Io ho pensato bene di tampinare gli influencer di Facebook. Offrendo in cambio biscotti e gratitudine.

Continua a leggere »

Chi è l’antisocial content (e perché non esce allo scoperto)

Pubblicato il 3 Marzo 2014 da in #illavoroèunacosaseria, antisocial philosophy, nullafacenza e affini, social media.

Social media manager. Web content manager. Community manager. E-reputation manager.
Se siete assidui frequentatori di LinkedIn o bazzicate tra blog e profili Twitter di loschi figuri, vi sarete imbattuti almeno un paio di volte in uno tra questi termini altisonanti che descrivono le fantomatiche specializzazioni del web 2.0.

Continua a leggere »

Quando i nerd diventano social

Pubblicato il 16 Gennaio 2014 da in antisocial philosophy, nerd culture, social media, sociologia nerd, stack overflow.

Ho visto cose che voi umani…

Mai come in questi casi ripescare il tormentone di Blade Runner diventa imprescindibile.Perché se è vero che internet ci ha preparati al peggio del peggio, è altrettanto vero che il genere umano ha sempre in serbo un asso nella manica per sconvolgere equilibri millenari e minare le più radicate certezze.

Continua a leggere »