Il mio regno per un invito: l’epidemia del Oneplus One

Pubblicato il 31 agosto 2014 da in #illavoroèunacosaseria, marchettari si nasce, sociologia nerd, tecnologia e altri mali.

Non avrei mai pensato di poterlo dire, scrivere o anche solo pensare: il web marketing è una figata.

Non trovo termini aulici o epiteti ricercati che possano eguagliare la naturalezza di quest’espressione, che è esplosa come un petardo impazzito nella mia testa nel momento in cui ho aperto quel pacco postale e mi sono resa conto che sí, lo avevo fatto davvero, non era più solo un colpo di testa virtuale. Che. Figata. Assurda.

Continua a leggere »

Un anno, un lavoro, un amore fa

Pubblicato il 22 agosto 2014 da in #illavoroèunacosaseria, vita vissuta per finta.

Esattamente un anno fa, più o meno intorno a quest’ora, seviziavo senza pietà la tastiera del mio povero portatile cercando disperatamente di estirpare ansia e sonno dalla mia testa per scrivere un articolo decente.

Era il primo giorno di un nuovo lavoro, era la prima, canonica nottata insonne e (ancora non lo sapevo) era anche il primo passo di un percorso interiore che neanche il più indomito tra i monaci buddisti intraprenderebbe mai spontaneamente.

Continua a leggere »

World Wide Vintage: il web design agli albori di internet

Pubblicato il 26 marzo 2014 da in #illavoroèunacosaseria, old but gold, web design.

Giaceva da circa un anno sulla mia scrivania, nell’area “cose da leggere”, e più precisamente all’altezza della zona inesplorata “cose che probabilmente leggerò in un’altra vita”. Non so come abbia bruciato così rapidamente le tappe da essere promosso a lettura mattutina sul treno, sta di fatto che quel manuale di HTML stampato qualche era fa è finito tra le mie grinfie.

Continua a leggere »

Chi è l’antisocial content (e perché non esce allo scoperto)

Pubblicato il 3 marzo 2014 da in #illavoroèunacosaseria, antisocial philosophy, nullafacenza e affini, social media.

Social media manager. Web content manager. Community manager. E-reputation manager.
Se siete assidui frequentatori di LinkedIn o bazzicate tra blog e profili Twitter di loschi figuri, vi sarete imbattuti almeno un paio di volte in uno tra questi termini altisonanti che descrivono le fantomatiche specializzazioni del web 2.0.

Continua a leggere »